traghetti isola d'elba

Sail-Cult, le borse di vele riciclate.

Isola d'Elba - Diving Saralu
 

I Cetacei - Meeressäugetiere - Sea mammals

Testi e ricerca iconografica a cura di Umberto Mazzantini


Delfino comune (Delphinus delphis)

Lunghezza adulto: 1,5/2,2 m. (eccezionalmente 2,6 m.), le femmine sono leggermente più piccole.
Peso: 75 kg.
Corpo elegante e slanciato, testa ben proporzionata con un piccolo melone ben separato per mezzo di una piega cutanea dal rostro lungo e sottile. Pinna dorsale prominente, triangolare e falcata, situata a metà del dorso. Pinne pettorali piccole, strette e appuntite.
Gualdrappa grigio scura o nera che parte dal margine anteriore del melone verso la coda mantenendosi nella parte superiore del torace fino all’altezza della pinna dorsale; qui piega verso il basso a coprire il fianco e raggiunge la parte ventrale dietro l’ano. Una propaggine della zona bianca del petto e del ventre si prolunga verso l’alto sul fianco dietro la dorsale, sormontando la gualdrappa, e schiarendo in grigio questa zona. Ne risulta una ben visibile "V" scura in mezzo del fianco.
La zona di torace, tra la gualdrappa e il bianco del ventre è di colore giallastro o beige chiaro. Rostro scuro, a volte con l’estremità bianca; una sottile striscia scura unisce la mandibola con la pinna pettorale falciforme e puntata. Una striscia grigio chiaro, parte dall’occhio e corre lungo il fianco fino all’area genitale.
E' un cetaceo veloce e agilissimo, salta frequentemente fuori dall’acqua. Nuota spesso a prua delle barche. Può raggiungere i 50 km/h. ed immergersi fino a 280 m e per oltre 8 minuti. Preferisce il mare aperto, ma può avvicinarsi alla costa dove l’acqua è più profonda . E' comune in tutte le acque tropicali e temperate. In Mediterraneo era piuttosto comune. Ora pare drasticamente diminuito, poiché da tempo compare raramente negli avvistamenti in mare e tra gli esemplari spiaggiati. Si ritiene che sia ancora abbastanza frequente lungo le costa mediterranee africane.
Vive in gruppi da qualche decina di individui a parecchie centinaia, talvolta migliaia. Non si sa esattamente come si riproduce in Mediterraneo, ma sembrano accoppiarsi generalmente in estate. Dopo una gestazione di 10 mesi, le femmine partoriscono piccoli lunghi circa 80 cm. Longevità stimata a 25 o 30 anni. Si nutre prevalentemente di pesce azzurro, di pesci mesopelagici e di calamari.
E' facile confonderlo con la Stenella, dalla quale si distingue, per la presenza della “V” scura sul fianco sotto alla pinna dorsale e per l’assenza della colorazione chiara nella stessa zona.

 

Con il gentile permesso di:

logo.gif (3047 byte)

 

STEMARE S.R.L. - Via Guerrazzi, 21 – 57037 Portoferraio (LI) - P. I.V.A. 00906180492